Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Homo homini lupus? No, ma non perché ci vogliamo tanto bene

“Però una cosa importante l’ho imparata. Saper disinnescare. Non trasformare ogni discussione in una lotta di supremazia. Non credo che sia debole chi è disposto a cedere, anzi è un uomo saggio. Le uniche coppie che vedo durare sono quelle dove uno dei due, non importa chi, riesce a fare un passo indietro. E invece sta un passo avanti” Probabilmente suona familiare, è una citazione del personaggio di Marco Giallini in una delle commedie italiane più originali degli ultimi anni, Perfetti Sconosciuti .     Il saper disinnescare, non combattere da lupo bensì assecondare, accomodare, non è un comportamento da deboli. Non lo dico, come si potrebbe ragionevolmente pensare, dal punto di vista retorico e moralista di uno spettatore empatico abbandonato alla facile trama di un film di Hollywood, in cui il protagonista, debole e timido all'inizio, ne esce esaltato e vincitore. Lo dico dopo un'analisi scientifica, un punto di vista insomma più autorevole e almeno teoricamente carisma

Ultimi post

Le macchine intelligenti ci obbligano a ripensare la nostra eccezionalità

L'ossessione per la lucidità e il fascino della vaghezza